Arie Snob da Milano Fashion week. #mfw2016

Cari voi, 

La fashion week di Milano è nell’aria.

Sta arrivando.

Srotolate il red carpet.

Affilate i tacchi.

Caricate gli i-phone (sapete per le foto).

Allenatevi davanti allo specchio per la vostra migliore espressione “duckFace sospirante” e via.

Le strade di Via Tortona si stanno per tingere di fucsia.

Il Vip watching e la caccia agli after show cocktail party rigorosamente FREE ENTRY diventano l’hobby preferito di chi della mondanità ha fatto il suo lifestyle.

Modelli dal ciuffo ribelle e dalla mascella spigolosa affollano e sovrastano le strade stilose della capitale della moda dall’alto dei loro 190cm di altezza.

Ho le vertigini.

 

Modelle nordiche dai colli lunghi, con zigomi pronunciati e ombreggiati grazie ai 6 strati di contourig-fondotinta poco sfumati, vestite nosense, forse anche peggio del concorrenti del programma “Ma come ti vesti?”, defilano con grazia sicure del proprio corpo e della propria bellezza, come in passerella tra le vie del quadrilatero della moda. 

C’è aria di VIP.

C’è chi si dà delle arie.

C’è chi si pavoneggia facendo la ruota indossando abiti da migliaia di euro.

C’è chi non mangia da mesi per poter essere immortalata in tutta la sua secchezza e bianchezza da vampiro in pose inespressive e deprimenti.

Dov’è finita la vostra gioia di vivere?

Fatevi una risata.

#MetteteAnsia.

 

Fotografi occasionali ossessionati dalla moda si nascondono dietro gli angoli per paparazzare qualche personaggio semi-conosciuto e rubare scatti “naturali” dei suddetti fashionblogger-supercool alla Mariano di Vaio, per scoprire e postare sui social gli outfit di tendenza più stravaganti del 2016.

Ah notiziona.

M. Di Vaio si è sposato.

Minuto di silenzio.

Ragazze arrendetevi.

He is taken.

A questo punto sorgono spontanee delle basic-domande :

1) Come si accede ad una sfilata?

2) Cosa indossare alla fashion week?

3) Come fanno le blogger o gli “influencer” ad inventarsi degli outfit così orridi da diventare i must della primavera-estate 2017?

4) Come fanno questi personaggi alieni a girare senza calze né cappotto a febbraio in pieno inverno con -10 gradi e la neve?

1) Come si accede ad una sfilata. 

Purtroppo senza invito diretto è davvero difficile accedere.

Potreste giocare la carta del: Oh come sono in ritardo, mettervi un cappello con falda più larga di quella dell’anello di Saturno, portarvi il cellulare all’orecchio con la cover pink glitterata di Chiara Ferragni che strizza l’occhio ai tipi in fila da ore dietro di voi e passare dirette, senza esitare, senza guardare nessuno negli occhi, come se foste davvero un personaggio pubblico che non ha bisogno di essere riconosciuto o di inviti per entrare.

Nel caso non dovesse funzionare, beh andate a casa, prendete il primo treno e cambiate città.

Un’altra mossa potrebbe essere quella di attendere fuori che entrino tutti e sfoderare il vostro sguardo più languido per ammorbidire il buttafuori  -armadio a 4 ante corazzate e tentare di entrare.

Se neanche questo tentativo funzionasse, iniziate a fare foto a caso alle persone, almeno potrete dimostrare sui social che eravate presenti.


2) Cosa indossare alla fashion week?

Domanda very easy.

Siete di fronte il vostro armadio.

Apritelo.

Chiudete gli occhi.

Prendete cose a caso.

Max 3 capi.

Complimenti avete creato il vostro outfit-top per la #mfw.

Aggiungete se volete un collo arancione di eco-pelliccia, lo zaino di sailor Moon e la spada laser di Star Wars, molto di tendenza, e senz’altro tutti vi noteranno.

3) Come fanno le blogger o gli “influencer” ad inventarsi degli outfit così orridi da diventare i must dell’ autunno inverno 2017-2018?

Purtroppo siamo dei  copia-stili.

Un po’ perché sono i negozi ad imporcelo, un po’ perché è troppo sbatti cercare uno stile personalizzato. Finiremo nonostante le critiche anche quest’anno coll’accostare capi dai colori stonati e fantasie incompatibili.

4) Come fanno questi esserei alieni a girare senza calze né cappotto a febbraio in pieno inverno con -10 gradi e la neve?

A questa domanda dovrebbe rispondere un’esperta in materia.

Potrei senz’altro fare un esperimento e testarlo di persona, ma lascio a voi il brivido della prova costume in pieno inverno.

brrr…ivido di freddo.

Ok. Era pessima.

 

Piccola rivelazione..In molti mi chiedono dove trovi tutti questi eventi ed informazioni..

Premettendo che sono una PartyHunter ed è la mia indole fiutare eventi supercoool, il mio segreto è….il magazine Grazia.it…nella sezione Lifestyle Party ed Event troverete i migliori party di Milano…e del mondo! 🙂

Ma non lo dite in giro..sarà il nostro piccolo segreto.

The Original, 

Ntina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...